Unità di studio su ricerche sperimentali

L'unità di studio è costituita da un articolo o gruppo di articoli su ricerche sperimentali. La discussione orale su una unità di studio è obbligatoria per tutti gli studenti del corso. A tale parte dell'esame non è attribuito un voto ma potrà essere superata o non superata. Qualora non venga superata dovrà essere ripetuta. 
La discussione sull'unità di studio può essere sostituita dalla partecipazione a un esperimento in laboratorio.

1. Sciulli et al (2015) L'influenza del bias etnico sui processi cognitivi di attribuzione di intenzione delle azioni. Si chiede se un bias etnico influenzi i giudizi di attribuzione di intenzionalità, usando un paradigma basato sull'effetto Simon. 

2. Tessari et al (2010) L’effetto Sidedness e la codifica del movimento implicito delle mani.  Studiano se il sistema cognitivo elabori le informazioni su movimenti impliciti veicolati da fotografie di mani sulla base dell’informazione spaziale relativa alla destinazione di tale movimento (effetto Sidedness) o in base alla loro localizzazione spaziale (effetto Simon) .

3. Tessari et al (2013) L’effetto dell’expertise nei processi sottostanti la codifica del movimento e del corpo: uno studio sui pallavolisti esperti. Usano un compito basato sull'efftto Simon per valutare se giocatori di pallavolo utilizzino l'informazione veicolata dalla direzione implicita delle mani.

4. Roque & Boot (2015) Exploring the relationship between object realism and object-based attention effects. Replicano il classico esperimento di Egly et al. che mostrava come l'attenzione possa essere indirizzata allo spazio e agli oggetti, utilizzando stimoli realistici.

5. Chekaf et al (2016) Chunk formation in immediate memory and how it relates to data compression. Mostrano che il chunking nella memoria immediata non fa necessariamente riferimento alla memoria a lungo termine.

6. Koivisto & Rientamo (2016) Unconscious vision spots the animal but not the dog: Masked priming of natural scenes. Evidenza che nella categorizzazione visiva è più veloce identificare categorie super-ordinate (animale) che basilari (cane).

7. Leone et al. (2018) Condivisione ed empowerment: l'uso dei ricordi autobiografici in due discorsi di Barack Obama a studenti di alta o bassa classe sociale. La ricerca esplora la rievocazione di ricordi autobiografici da parte di Obama durante discorsi tenuti in due diversi contesti socio-culturali. L'analisi dei movimenti facciali ha rivelato che il parlante ha rievocato ricordi simili in modo differente.

Ultime modifiche: venerdì, 10 gennaio 2020, 08:14